06 Ottobre 2022
News
percorso: Home > News > Le nostre news

Ci prepariamo ad accogliere l'autunno: musica ricordi ed emozioni

06-09-2022 19:43 - Le nostre news

Una vita senza musica è come un corpo senza anima.
Cicerone

La musica rievoca i ricordi, i ricordi rievocano emozioni.
Fra tutte le arti la musica è quella che più è capace di evocare emozioni e qualsiasi emozione è rappresentata dalla musica.
L’autunno è la stagione che grazie ai suoi colori riesce sempre ad emozionare e per molti artisti, musicisti poeti e scrittori, è fonte di ispirazione per la realizzazione di opere che ne rispecchiano le caratteristiche.
La musica ci offre lo spunto per coniugare differenti linguaggi, partendo dall’osservazione della natura che ci circonda, con i suoi colori, gli odori ed i sapori.
Nell’ambito delle attività musicali dedicate all’ascolto, sulla scia dei ricordi è stato scelto il concerto per violino, archi e clavicembalo “L’Autunno” di A. Vivaldi tratto da “Le quattro stagioni” che descrive alcuni aspetti caratteristici di questi mesi dell’anno.
La composizione del celebre compositore e violinista, dedicata alle stagioni, è uno dei primi esempi di musica descrittiva.
In particolare vengono esaltati: la vendemmia, il vino, la festa dei contadini con il clima allegro e poi tranquillo e trasognato, ed ancora la caccia come tipica attività autunnale.
Le suggestive immagini proposte agli Ospiti, su tablets e Smart Tv, si susseguono su una delle più belle opere classiche della musica italiana ed esercitano all’ascolto, cogliendo la capacità comunicativa della musica che ha permesso di aprire le porte ai ricordi colorati e gioiosi della giovane età. La vendemmia viene rievocata come un avvenimento così importante per tutti i nostri ospiti che, ne raccontano a gran voce e con grandi sorrisi, i dettagli regalando così un unico, grande vibrante e caldo ricordo dai colori d’autunno.
“ La mia famiglia ha i terreni a Moneta e al Tiro al segno, si vendemmiava a settembre per 3 giorni. Ho cominciato da piccolo fino a 6 anni fa. Mi divertivo tantissimo eravamo 8 bambini, si tagliavano le pigne ed i grandi ci facevano raccogliere i chicchi caduti a terra…In quei giorni la mamma preparava il pranzo per tutti i vendemmiatori, quasi sempre polenta e stoccafisso, si mangiava all’aperto sulla grande tavola c’era di tutto ed il nonno dava un pochino di vino anche a noi piccoli … L’atmosfera era così allegra e gioiosa…”





Fonte: Animazione

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie