27 Novembre 2020
percorso: Home

La Nostra Organizzazione



Organi di indirizzo:

- Consiglio di Amministrazione
- Presidente del Consiglio di Amministrazione

Organi di gestione:

- Direttore

Organi di controllo:
- Collegio dei Revisori


Il Consiglio di Amministrazione

Il Consiglio di Amministrazione è l’organo di indirizzo e di verifica dell’azione amministrativa e gestionale dell’Azienda. Definisce gli obiettivi e i programmi di attività e di sviluppo e verifica la rispondenza dei risultati dell’attività amministrativa e della gestione agli indirizzi impartiti.

Il Consiglio di Amministrazione è composto da tre membri compreso il Presidente
Attualmente il Consiglio di Amministrazione è composto da:
Profili Simone Giuseppe - Presidente
Barilli Natasha - Consigliere
Lancioni Mauro - Consigliere

Il Consiglio di Amministrazione è composto da tre membri, compreso il Presidente, nominati dal Sindaco del Comune di Carrara.
Non possono essere nominati membri del Consiglio di Amministrazione coloro per i quali sussistano le cause di incompatibilità e ineleggibilità previste dalle leggi vigenti.

Il Presidente ed i consiglieri durano in carica quanto il mandato del Sindaco che li ha nominati e possono essere riconfermati per non più di una volta.
Il Consiglio di Amministrazione, che ha concluso il proprio mandato, rimane in carica, con conservazione di tutte le facoltà attribuite all’organo di Amministrazione non scaduto, fino all’insediamento del successivo Consiglio.

Il Consiglio di Amministrazione può dichiarare decaduti dalla carica i Consiglieri che, senza giustificato motivo, risultino assenti per tre sedute consecutive; della pronuncia di decadenza viene data immediata comunicazione al Sindaco di Carrara affinché attivi la relativa procedura.

Il Sindaco del Comune di Carrara può procedere alla revoca dei singoli consiglieri o del Presidente in caso di gravi inadempienze o irregolarità da questi commesse nello svolgimento dell’incarico. In caso di decadenza, dimissioni o morte di un Consigliere, il sostituto resterà in carica per la residua durata del mandato del Consiglio di Amministrazione.

Al Presidente ed ai Consiglieri, per l’espletamento del loro mandato, è corrisposto un gettone di presenza per ogni seduta del Consiglio di Amministrazione, sulla base delle normative vigenti che stabiliscono che lo svolgimento di detti incarichi sia svolto a titolo gratuito (art. 6 D.L. 78/2010).
Ad essi spetta, inoltre, il rimborso spese di viaggio e missioni sostenute per l’esercizio delle funzioni proprie del loro mandato.

Competenze

Il Consiglio di Amministrazione è l’organo che provvede alla programmazione e indirizzo generale dell’Azienda, al controllo e alla supervisione sulla base delle indicazioni, del piano- programma e del contratto di servizio determinati dall' Amministrazione Comunale di Carrara. Esso definisce gli obiettivi, priorità e programmi per l’azione amministrativa e la gestionale in coerenza con la programmazione zonale del sistema integrato dei servizi, individua ed assegna le risorse umane, materiali ed economico finanziarie agli organi di direzione per il perseguimento dei fini istituzionali e verifica l’azione amministrativa, la gestione ed i relativi risultati ed adotta i provvedimenti conseguenti.

In particolare il Consiglio di Amministrazione adotta i seguenti atti:
a) predispone ed invia al Comune proposte, progetti e programmi di sviluppo dell’Azienda Speciale;
b) pronuncia di decadenza dei Consiglieri;
c) approva il piano-programma, il bilancio economico preventivo annuale e il bilancio economico preventivo pluriennale e le relative eventuali variazioni, da approvarsi successivamente dal Consiglio Comunale di Carrara;
d) approva il bilancio di esercizio consuntivo, da approvarsi successivamente dal Consiglio Comunale di Carrara ;
e) Determinazione dell’indirizzo gestionale ed amministrativo ed il controllo sulle linee della gestione operativa di competenza del Direttore
f) Autorizzazione per eventuali affidamenti per operazioni di ricorso al credito a breve
g) Assunzione di mutui a medio lungo termine, nei limiti del piano programma, approvato dal consiglio comunale ai quali l’azienda faccia fronte con mezzi propri stabilendo il piano di ammortamento e prevedendo tutto quanto all’uopo necessario
h) accettazione di eredità e legati;
i) nomina e revoca dei propri rappresentanti presso Enti, Aziende, Associazioni, Consorzi ed Istituzioni;
j) approva, su proposta del Direttore, l’articolazione organizzativa dell’Azienda;
k) approva la dotazione organica dell’Azienda, su proposta del Direttore;
l) recepisce i contratti collettivi nazionali di lavoro nonché, nei casi e nelle materie ammesse, gli accordi aziendali interni su proposta del Direttore;
m) Approva i regolamenti interni entro 30 giorni dall’entrata in vigore del presente Statuto;
n) autorizza il Direttore a stare o resistere in giudizio.
o) provvede a quanto è necessario al buon funzionamento e all’ordinamento dell’Azienda Speciale.

Ferma restando la collegialità delle funzioni deliberative, il Consiglio di Amministrazione può demandare compiti ed attribuzioni, inerenti determinati settori della vita ed attività dell’Azienda al Presidente o al Direttore.

Il Presidente
Il Presidente, nominato dal Sindaco di Carrara, con le procedure previste dalle norme di legge e con i criteri fissati dal Consiglio Comunale, rappresenta l’azienda nei rapporti con gli enti locali, le autorità locali, regionali e statali ed assicura l’attuazione degli indirizzi stabiliti dall’Amministrazione Comunale.
In particolare:
a) promuove e dirige l’attività del Consiglio di Amministrazione;
b) cura l’osservanza dello Statuto e dei regolamenti e controlla l’esecuzione delle delibere del Consiglio di Amministrazione;
c) convoca e presiede il Consiglio di Amministrazione, determinando l’ordine del giorno degli argomenti da trattare in ciascuna adunanza;
d) riferisce periodicamente al Sindaco di Carrara e al Consiglio Comunale sull’andamento della gestione aziendale e sullo stato di attuazione dei piani aziendali;
e) vigila sul generale andamento dell’Azienda e dei suoi organi;
f) partecipa alla definizione di accordi, conferenze di programma e di servizi, istruttorie pubbliche ed altre similari iniziative aventi per oggetto l’esercizio delle attività affidate all’azienda;
g) sviluppa ogni utile iniziativa di collegamento con le Amministrazioni pubbliche, con gli operatori e soggetti privati, con le espressioni organizzate dell’utenza e del volontariato e con ogni altra organizzazione interessata al campo dell’attività nel quale opera l’Azienda;
h) assume, sotto la propria responsabilità, i provvedimenti di competenza del Consiglio di Amministrazione quando l’urgenza sia tale da non permetterne la tempestiva convocazione. Tali provvedimenti dovranno essere sottoposti a ratifica del Consiglio di Amministrazione nella sua prima seduta utile;


Il Direttore
La gestione dell’Azienda e la sua attività amministrativa sono affidate a un Direttore, che assume anche la rappresentanza legale della stessa.
Il Direttore collabora con il Presidente e sovrintende, coordinandole, tutte le attività dell’Azienda. E’ responsabile della gestione finanziaria, tecnica ed amministrativa e, come tale, adotta tutti i provvedimenti di organizzazione delle risorse umane e strumentali, compresi quelli che impegnano l’Amministrazione verso l’esterno, finalizzati al raggiungimento degli obiettivi stabiliti dal Consiglio di Amministrazione e approvati dal Consiglio Comunale e risponde ad esso dei risultati ottenuti.
In particolare:
a) compie gli atti di esecuzione delle deliberazioni adottate dal Consiglio di Amministrazione che non siano riservati al Presidente;
b) formula proposte al Consiglio di Amministrazione;
c) sottopone al Consiglio di Amministrazione le proposte degli atti di sua competenza ivi compresa la determinazione dei costi dei servizi e delle prestazioni;
d) dirige il personale dell’azienda assegnandolo a specifici compiti;
e) adotta i provvedimenti relativi al personale sia di carattere economico che organizzativo, comprese le assunzioni ed il collocamento a riposo, secondo gli indirizzi del Consiglio di Amministrazione;
f) tiene i rapporti con le rappresentanze sindacali aziendali e di categoria;
g) adotta, nel rispetto della legge e dei contratti collettivi, i provvedimenti disciplinari;
h) dirige l’attività tecnica, amministrativa e finanziaria dell’Azienda e sovrintende al buon funzionamento dei servizi, adottando i provvedimenti necessari a migliorare l’efficienza delle attività aziendali e l’efficacia dei servizi erogati;
i) esprime i pareri di regolarità tecnica, contabile e di legittimità su ogni proposta di deliberazione sottoposta al Consiglio d’Amministrazione nonché attesta la compatibilità finanziaria delle decisioni di spesa di quest’ultimo;
j) adotta, ai sensi e nelle forme previste dalla Statuto e dai regolamenti, i provvedimenti dell’Azienda ad efficacia esterna che il presente Statuto non attribuisce al Consiglio di Amministrazione ed al suo Presidente;
k) presiede le gare d’appalto per l’esecuzione dei lavori e la fornitura di beni e servizi e le commissioni di selezione del personale;
l) provvede alla stipula di contratti e convenzioni che non sia espressamente demandata dal Consiglio di Amministrazione al Presidente;
m) esercita la funzione di verifica e di controllo della rendicontazione di economato che viene svolta da dipendente allo scopo incaricato;
n) firma gli ordinativi di incasso e pagamento;
o) rappresenta l’azienda in giudizio previa autorizzazione del Consiglio di Amministrazione;
p) esercita, ai sensi e nelle forme previste dalla legge, le altre funzioni proprie dei dirigenti pubblici che non risultino incompatibili con quelle assegnate agli altri organi dell’azienda dal presente statuto.
Il Direttore è nominato dal Consiglio di Amministrazione, d’intesa col Sindaco, sulla base comunque di procedura ad evidenza pubblica e nel rispetto dei requisiti e della disciplina contenuta nell’apposito Regolamento di organizzazione dell’Azienda;
L’incarico ha durata pari a quella del Consiglio di amministrazione dell’azienda;

Attualmente il Direttore è il Dott Fariello Francesco.


Il Collegio dei Revisori
Il controllo sulla regolarità contabile e la vigilanza sulla gestione economico finanziaria sono affidati ad un revisore unico nominato dal Consiglio Comunale.
Il Revisore è scelto tra gli iscritti al registro nazionale dei revisori sulla base delle vigenti disposizioni di legge.
Il Revisore dei conti dura in carica fino al 30 giugno del terzo anno successivo a quello di nomina e comunque fino alla nomina del nuovo revisore; il revisore non può essere revocato se non per giusta causa ed è rieleggibile una sola volta.
La funzione del revisore contabile viene retribuita con compenso determinato dal Consiglio Comunale per la durata del mandato.
Il Revisore ha diritto d’accesso a tutti gli uffici e può esaminare tutta la documentazione amministrativa e contabile dell’Ente. Il Revisore, oltre ad esercitare la funzione di controllo sulla regolarità contabile e finanziaria della gestione dell’Azienda, attesta la corrispondenza del rendiconto alle risultanze della gestione redigendo in sede di approvazione del consuntivo apposita relazione che accompagna la proposta di deliberazione e formula specifici rilievi e proposte tendenti a migliorare l’economicità, l’efficienza e l’efficacia della gestione nella fase di impostazione del bilancio di previsione.

Attualmente il Collegio dei Revisori è composto da:
Dott.ssa Grassi Marzia - Revisore Unico


Realizzazione siti web www.sitoper.it