12 Aprile 2024
News
percorso: Home > News > Le nostre news

2 giugno, la parola agli ospiti

02-06-2023 08:37 - Le nostre news

Discorrendo di Repubblica e di Costituzione

Sono passati 77 anni da quel 2 giugno del 1946 nel quale gli italiani in un referendum a suffragio universale furono chiamati alle urne per decidere quale forma di Stato dare alla nazione: Repubblica o Monarchia. Quel giorno alcuni dei nostri ospiti c'erano e hanno contribuito a scrivere una pagina importante della storia d'Italia. E per le elettrici fu una data doppiamente significativa perché il referendum chiamò ad esprimersi anche le donne, che da poco avevano ottenuto il diritto di voto. “Mia mamma votò a Firenze , dove si trovava con mio padre – racconta Fabrizio Grigolini, il figlio di Elba - e vide il primo Presidente , De Nicola” .
Discorriamo con i nostri ospiti sulla celebrazione del 2 giugno, mentre affiggiamo bandierine tricolore, realizzate durante i laboratori creativo-manuali, ai calendari del mese: “E una ricorrenza da non dimenticare- dicono Alberto e Nando- è finito il fascismo” ,“Mio padre era repubblicano” continua Mariarosa e Gabriella aggiunge “La Festa della Repubblica ricorda un evento importante, che è il trionfo della democrazia. Speriamo di essere sempre capaci di mantenerla”.
E poi sfogliamo su internet la Costituzione, la Carta scritta per regolare la vita sociale e normativa della nostra comunità ponendo punti fermi- ne abbiamo letti alcuni con gli ospiti- sull'eguaglianza, sulla libertà di esprimere il proprio credo religioso, sul lavoro, fondamento della democrazia, sulla tutela della salute.
“La Costituzione è nata dopo la guerra- commenta Maria -dopo che i nostri ragazzi sono morti combattendo. C'era Pertini…Non può essere messa in discussione da nessun governo”. “Viva L'Italia tutta intera- conclude un'ospite - e che dai balconi si vedano solo bandiere tricolore”.


Fonte: animazione

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie